Organigramma

Print Friendly, PDF & Email

DIRIGENTE

Dirigente Scolastico: Silvia Fusco

 

ATA – SEGRETERIA

Il Direttore dei servizi generali e amministrativi (DSGA) sovrintende ai servizi amministrativo-contabili e ne cura l’organizzazione. Ha autonomia operativa e responsabilità diretta nella definizione ed esecuzione degli atti amministrativo-contabili, di ragioneria e di economato, anche con rilevanza esterna.

Ai sensi e per gli effetti dell’art. 25 bis D. L.vo 29/93 e successive modificazioni ed integrazioni, il Direttore coadiuva il Dirigente nelle proprie funzioni organizzative e amministrative.

Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi (DSGA): Antonietta Sini Maria Antonietta Sini

 

Collaboratori del Dirigente 

Art. 34 CCNL Quadriennio Giuridico 2006 – 2009 – Attività di collaborazione con il dirigente scolastico

“1. Ai sensi dell’art.25, comma 5, del Decreto Legislativo n. 165/2001, in attesa che i connessi aspetti  retributivi vengano opportunamente regolamentati attraverso gli idonei strumenti normativi, il dirigente scolastico può avvalersi, nello svolgimento delle proprie funzioni organizzative ed amministrative, di docenti da lui individuati ai quali possono essere delegati specifici compiti. Tali collaborazioni sono riferibili a due unità di personale docente retribuibili, in sede di contrattazione d’Istituto, con i finanziamenti a carico del fondo per le attività aggiuntive previste per le collaborazioni col dirigente scolastico di cui all’art.86, comma 2, lettera e)”

Le nomine sono annuali; vengono retribuite con il Fondo per il miglioramento dell’Offerta Formativa in base all’impegno orario stabilito in sede di contrattazione di Istituto. Per l’anno scolastico 2016/17 sono stati nominati l’insegnante Marco D’Agostini in qualità di primo collaboratore, l’insegnante Giuseppina Manno come secondo collaboratore.

 

Funzioni strumentali
Fino a qualche anno fa corrispondevano alle “funzioni obiettivo“, i cui compiti erano, sebbene calati nell’ambito dell’autonomia scolastica, abbastanza ben definiti, a livello nazionale. Cioè sapevamo che all’AREA 1 corrispondeva la gestione del POF, all’AREA 2 il sostegno ai docenti e così via. Adesso l’autonomia – si può dire – è ancora più spinta perché potrebbero essere definiti obiettivi più specifici, accorpamenti e sinergie fra aree, ecc. Questo dovrebbe indurre i docenti a una maggiore consapevolezza, durante il Collegio. Ecco come recita il nostro ultimo contratto in proposito:

“Per la realizzazione delle finalità istituzionali della scuola in regime di autonomia, la risorsa fondamentale è costituita dal patrimonio professionale dei docenti, da valorizzare per la realizzazione e la gestione del piano dell’offerta formativa dell’istituto e per la realizzazione di progetti formativi d’intesa con enti ed istituzioni esterni alla scuola. Le risorse utilizzabili, per le funzioni strumentali, a livello di ciascuna istituzione scolastica, sono quelle complessivamente spettanti sulla base dell’applicazione dell’art. 37 del CCNI del 31.08.99 e sono annualmente assegnate dal MPI.

Tali funzioni strumentali sono identificate con delibera del collegio dei docenti in coerenza con il piano dell’offerta formativa che, contestualmente, ne definisce criteri di attribuzione, numero e destinatari. Le stesse non possono comportare esoneri totali dall’insegnamento e i relativi compensi sono definiti dalla contrattazione d’istituto.

Le scuole invieranno tempestivamente al Direttore generale regionale competente schede informative aggiornate in ordine alla quantità e alla tipologia degli incarichi conferiti, e ciò allo scopo di effettuarne il monitoraggio.”

ART.33 – FUNZIONI STRUMENTALI AL PIANO DELL’OFFERTA FORMATIVA del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro relativo al personale del Comparto Scuola per il quadriennio normativo 2006-2009 e biennio economico 2006-2007

Funzioni Strumentali a. s. 2017-18
Area e Descrizione Insegnante incaricato
– PTOF Di Leo
– FORMAZIONE E RAPPORTI CON IL TERRITORIO Iodice – Prioreschi
– PROGETTI  Esposito
– ORIENTAMENTO E CONTINUITA’ De Muner
5 – NUOVE TECNOLOGIE Scialpi