Bacheca sindacale – RSU

 

RSU USB 2018

   

Cliccare sull’immagine per una migliore visualizzazione

    

 

 

 

 

 

UNIONE SINDACALE DI BASE – Richiesta di affissione all’Albo comunicazione sindacale

UNIONE  SINDACALE DI BASE
ALLA C.A. DEI DIRIGENTI SCOLASTICI
delle istituzioni scolastiche di ogni provincia
Roma, 02/05/2016
Oggetto: Richiesta di affissione all’Albo comunicazione sindacale
Si prega di voler affiggere all’Albo sindacale (bacheca e online) la comunicazionesindacale in allegato:Vademecum sciopero Invalsi 2016 e modello di dichiarazione di sciopero.
Sicuri di un vostro tempestivo riscontro cogliamo l’occasione per inviare alle SS.LL. distintisaluti,
Per USB Scuola P. I.
prof.re Luigi Del Prete

SEGNATURA_146227513651548_dichiarazione di sciopero di mansione invalsi (somministrazione-

SEGNATURA_146227513569866_vademecum sciopero invalsi 2016

 

Rappresentanza Sindacale Unitaria (R.S.U.)

 

La Rappresentanza Sindacale Unitaria (R.S.U.) è l’organismo che rappresenta i lavoratori della scuola all’interno dei singoli istituti e viene nominata attraverso elezioni che si svolgono ogni tre anni. Gli attori della contrattazione sono: il Dirigente Scolastico (per l’Amministrazione) e le rappresentanze sindacali unitarie (per il personale), elette dai lavoratori docenti, amministrativi e ausiliari. Il modello di contrattazione vigente nella scuola è cooperativo, orientato all’efficienza-efficacia del servizio e al perseguimento di obiettivi condivisi.

La RSU potrà in pratica definire con il Dirigente la Contrattazione Integrativa d’Istituto in merito a:

  • Sono materie di contrattazione integrativa le seguenti:
    • modalità di utilizzazione del personale docente in rapporto al piano dell’offerta formativa e al piano delle attività e modalità di utilizzazione del personale ATA in relazione al relativo piano delle attività formulato dal DSGA, sentito il personale medesimo (informazione preventiva);
    • criteri riguardanti le assegnazioni del personale docente, educativo ed ATA alle sezioni staccate e ai plessi, ricadute sull’organizzazione del lavoro e del servizio derivanti dall’intensificazione delle prestazioni legate alla definizione dell’unità didattica. Ritorni pomeridiani (informazione preventiva);
    • criteri e modalità di applicazione dei diritti sindacali, nonché determinazione dei contingenti di personale previsti dall’accordo sull’attuazione della legge n. 146/1990, così come modificata e integrata dalla legge n. 83/2000;
    • attuazione della normativa in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro;
    • i criteri per la ripartizione delle risorse del fondo d’istituto e per l’attribuzione dei compensi accessori, ai sensi dell’art. 45, comma 1, del d.lgs. n. 165/2001, al personale docente, educativo ed ATA, compresi i compensi relativi ai progetti nazionali e comunitari;
    • criteri e modalità relativi alla organizzazione del lavoro e all’articolazione dell’orario del personale docente, educativo ed ATA, nonché i criteri per l’individuazione del personale docente, educativo ed ATA da utilizzare nelle attività retribuite con il fondo di istituto (informazione preventiva).

Ogni documento da affiggere deve pervenire dagli Uffici richiedenti esclusivamente in forma digitale e trasmesso tramite posta elettronica. La responsabilità in merito ai contenuti della pubblicazione è riconducibile esclusivamente agli autori e/o latori dello stesso.